Il Campidano? Una Pompei del Mare

FOTO TRONCIb

Fotografie di Ettore Tronci

La Civiltà Nuragica dell’Isola di Atlante raschiata via da un maremoto. Centinaia dei suoi nuraghi sepolti vivi. Più della geo-logia serve la geo-fisica e la geo-logica. Basta guardare con attenzione la mappa della controcopertina: dove il Mar Pazzo non è arrivato le Torri Megalitiche della Sardegna sono intatte. La piana del Campidano? Una Pompei del Mare, ancora mal’intesa. Con un drone e molta, molta passione per la sua terra, Ettore Tronci ha documentato quella tragedia che gli Egizi datano al 1175 a.C. Le sue foto (visibili anche in www.colonnedercole.info ) urlano: non è più possibile, ormai, accettare la stantia spiegazione di uno sconquasso del genere con la diagnosi “depositi eolici”. Via col Vento? Impossibile. Fu allora che il Mulino di Amleto al Centro del Mondo – il Centro del Mondo di un Atlante davvero al Centro del Mondo – finì in mare a macinare sabbia, corpi e sale.

Sardegna= Isola di Atlante? Serve una verifica per capire se l’Isola ha subito uno tsunami. di Andrea Carandini*

«Le due frontiere erano a nord-ovest, dove è l’isola d’Elba, fra il Tevere e l’isola d’Elba, e l’altra frontiera si trovava tra la Tunisia e la Sicilia. Questa è una cosa ovvia perché i Greci non avevano colonizzato più in là. Quindi quando Frau ha pensato che le Colonne d’Ercole… sì, a partire da un certo momento sono state a Gibilterra, molto più a occidente… ma che in un primo tempo si trovassero proprio, diciamo, intorno a Pantelleria, in questi luoghi bassi e pericolosi… E tutto questo poi – a cui nessuno veramente aveva pensato – è parso a noi archeologi, sia archeologi del Maghreb sia archeologi del mondo latino-etrusco – come un qualche cosa di molto logico e di molto verosimile. Molto più problematica naturalmente è l’identificazione della Sardegna con l’isola di Atlante, però non del tutto illogica se l’isola di Atlante ha da essere oltre le Colonne d’Ercole. Quindi per questo aspetto credo che l’ipotesi vada poi confortata da ricerche, che andrebbero finanziate per vedere appunto se la Sardegna ha potuto subire uno tsunami tale da giustificare il mito dell’isola di Atlante che sarebbe appunto finita sotto il mare..».

*Intervista al TG1 Storia di Roberto Olla, 16 ottobre 2006, in in occasione della mostra/convegno all’Accademia dei Lincei, intitolata Atlantikà: Sardegna, Isola Mito.

Il Campidano? Una Pompei del Mare